Anteprima della mostra americana: Viaggio a Cape Cod

09/05/2008

fiogf49gjkf0d

Anteprima della mostra americana: Viaggio a Cape Cod
Con questa mostra alla Galleria Ars Antiqua, Silvestro Pistolesi torna a Bergamo dopo anni di assenza che l’hanno visto impegnato alla realizzazione delle grandi opere pubbliche quali le Lunette dell’Abbazia di Vallombrosa e gli affreschi della Church of the Transfiguration a Cape Cod (Ma).
Esporrà un’anteprima della mostra che si terrà a Cape Cod nel Massachusetts nell’estate del 2010 a conclusione degli affreschi. Alla Galleria Ars Antiqua saranno esposti alcuni studi in sanguigna dell’affresco e alcuni paesaggi in tecnica mista di Cape Cod; non mancheranno le sue ben note tempere grasse di matrice fantastica accompagnate dai bozzetti ad olio e da deliziosi disegni a china eseguiti con un inchiostro fatto personalmente dall’artista con bacche di quercia.
Durante l’esposizione verrà proiettato un interessante video sugli affreschi di Cape Cod che lo riprende nelle varie fasi lavorative degli stessi dando un’idea globale di come nasce un affresco.
Questo grande ciclo pittorico si compone di 13 pannelli (della misura di cm. 390 x 270 ciascuno) per ogni navata che raffigurano alternativamente scene della vita di Gesù e scene dei Beati. Al di sotto di questi e sopra le colonne si trovano le vele 12 anch’esse affrescate che raffigurano personaggi biblici.
E’ questo il più grande ciclo di affreschi del Maestro Pistolesi che, esperto della non facile tecnica, annovera pareti affrescate in famose chiese tra le quali l’Abbazia di Montecassino ed il Monastero della Verna. Gli affreschi nella Church of the Transfiguration sono iniziati nel 2001 richiedendo un impegno notevole anche per la preparazione, che avviene nello studio di Firenze, dapprima con un bozzetto d’insieme e poi con i disegni di ogni singolo personaggio sia a figura intera sia con i particolari (volto, mani ecc.).
Quando tutti gli studi preparatori sono pronti, il Maestro si reca sul luogo ed inizia l’affresco vero e proprio dapprima con lo spolvero del cartone d’insieme che, una volta bucato, viene sporcato con polvere colorata e battuto direttamente sul muro per disegnare una traccia d’insieme. Poi giorno per giorno viene decisa la tagliata che altro non è che il pezzo di intonaco detto velo sul quale verrà dipinto direttamente con pigmenti naturali che si incorporano nel muro stesso.
Altra importante opera pubblica in fase di ultimazione è il ciclo pittorico delle 22 Lunette sulla vita di San Giovanni Gualberto, patrono del corpo della Guardia Forestale per l’Abbazia di Vallombrosa. Eseguite su tavola con la tecnica della tempera grassa sono collocate nel chiostro dell’Abbazia stessa e l’ultimazione è prevista entro un paio di anni.
Superfluo ricordare che la formazione artistica di Pistolesi è avvenuta presso lo studio del Maestro Pietro Annigoni e che il suo esordio espositivo risale alla mostra di Londra nel 1972 che ha gettato i prodromi del successo riscontrato poi in tutte le numerose personali nazionali ed internazionali avute fino ad oggi. Menzione doverosa è quella dei numerosi ritratti di personaggi privati e pubblici tra i quali si annoverano quelli del dottor Cooley (cardiochirurgo di Huston) e di S.S. Giovanni Paolo II.